Menu

Tommaso Tanini – H. said he loved us

Risultato di tre anni di viaggi e ricerche in Germania, H. said he loved us parte dallo studio del Ministero per la Sicurezza di Stato nell’ex Germania Est (Stasi), per esplorare in chiave più universale le condizioni di ansia e tensione date dal vivere in uno stato di costante sospetto e diffidenza.

Combinando ricerca documentaria e referenze letterarie all’interno di una struttura narrativa “fictional”, il lavoro di Tommaso Tanini è una personale allegoria di autoritarismo e repressione che si muove oltre i confini dello specifico evento storico.

Le immagini di H. said he loved us descrivono un mondo privo di nomi e riferimenti precisi. La loro natura rivela piuttosto una più profonda qualità psicologica. Anonimi scorci e dettagli di paesaggio urbano emanano una quiete sinistra che sembra invocare contemplazione.

Da questo paesaggio austero emergono le storie di cinque vittime della Stasi. Presentate attraverso una combinazione di ritratti, documenti originali, note ed immagini trovate, queste personali vicende acquisiscono una nuova natura e divengono anonimi resoconti aperti a differenti letture ed interpretazioni.

Strutturato come un ricco mosaico di tracce e suggestioni, H. said he loved us ci ammonisce sulla inumana natura di qualsiasi forma di totalitarismo senza tuttavia imporre visioni unilaterali ed evitando inutili clichés.

Tommaso Tanini (1979), diplomato in fotografia presso la Fondazione Studio Marangoni di Firenze. Vive a lavora a Roma.
Nel 2013 insieme a M.F.G. Paltrinieri e Mirko Smerdel fonda Discipula, una piattaforma di ricerca collaborativa che opera nel campo della fotografia e della cultura visuale.
Attraverso l’adozione di differenti strategie e con una particolare attenzione verso le forme e i metodi della narrazione, il lavoro di Discipula investiga la produzione, l’uso e il consumo di immagini cosí come l’interrelazione tra fatto e finzione nel processo di costruzione di significato.
Nel tentativo di portare progetti artistici al di fuori di spazi convenzionali e istituzionali, Discipula disegna, auto-produce e distribuisce i propri lavori in forma di libri in edizione limitata e altro materiale stampato.

PUBBLICAZIONI
H. Said He Loved Us, Discipula Editions, 2014

MOSTRE PERSONALI
2015 H. Said He Loved Us; Spazio Labò, Bologna, Italy
2015 H. Said He Loved Us; SiFest, Savignano sul Rubicone, Italy
2015 H. Said He Loved Us; curata da Louise Clements – Format Festival, Derby, UK
2014 H. Said He Loved Us; curata da Federica Chiocchetti – Kunsthalle Mélycsarnok, Budapest, Hungary

MOSTRE COLLETTIVE
2015 H. Said He Loved Us; Organ Vida International Photography Festival, Zagreb, Croatia
2014 Truths, Facts, Fictions, Lies; curata da Angel Luis Gonzalez Fernandez – PhotoIreland, Dublino, IE

PREMI
2015 Le Prix du Livre de Les Rencontres d’Arles, France
2015 Premio Marco Bastianelli for the best Italian self published photobook, Italy
2014 Premio Marco Pesaresi per la fotografia contemporanea, Italy
Shortlisted:
2015 The Anamorphosis Prize, New York, US
2015 The Lucie Award, in the Book Publisher of the Year Limited Support Category, New York, US
2015 International Photography Competition, Guernsey Photography Festival, Guernsey, UK